Social Manager “improvvisati”, ma sapete il danno che fate?!

social-media-fail

Oggi partiamo con un’invettiva, la prima del “nuovo corso” di questo insulso blog.

Tu, improvvisato social manager, ti dividi in due categorie.

La prima, meno grave perché il danno lo fai a te stesso, è quella dell’ IMPRENDITORE TUTTOLOGO. Tu sei il numero uno nel tuo campo, hai fatto tutto da solo, non hai bisogno di nessun altro se non del commercialista e degli impiegati per la manovalanza.

Tutto il resto, la fase creativa e di marketing è roba tua, pagare uno “per chattare su Facebook” non ti passa neppure per l’anticamera del cervello. E allora ti fai la pagina, metti foto dal dubbio gusto, metti mi piace ai tuoi stessi post, magari scritti tutti in maiuscolo, il cui contenuto si limita ad evidenziare quante cose belle vendi e quanta merda vendono gli altri. Oppure ogni tanto metti una foto di un tramonto, di un paesaggio o cose simili, romantiche, e aggiungi sotto la frase “il tramonto è bello, ma seduto sui miei pezzi sanitari ancora di più” . Spammi i tuoi cessi ovunque, tutti i gruppi e le pagine imparano ad odiarti ed evitarti…ma tu sei contento, perché sei il Social Media Manager di te stesso. E meno male, aggiungiamo noi.

L’altra categoria è quella più grave, quella fintamente professionale: LO SCASSABALLE SOCIAL, detto anche taggatore folle. Lui non crea contenuto adatto alle tue esigenze, no. Lui opera alla stessa maniera sia che vendi cessi, come prima, sia che tu possieda la prima pizzeria della città. Scrive che i tuoi cessi sono il top, la tua pizza il top, tagga ignari cristiani (musulmani, indù, buddisti, atei, ecc) disturbandoli a morte e così è convinto di avere migliorato la tua immagine, non sapendo che il pensiero preminente è “ah questo è il locale pubblicizzato da quello scassapalle, me la farò alla larga”.
Al contrario del personaggio precedente, costui fa danno triplo: agli imprenditori che malauguratamente si sono fidati di lui, ai suoi amici e ai membri di gruppi e pagine che infesta e ai suoi “colleghi”, quelli seri e professionali, che per fare un post decente impiegano tempo e preparazione, per documentarsi e trovare informazioni interessanti, immagini accattivanti o video divertenti senza essere volgari. Senza contare che spesso si accontenta di un tozzo di pane, a fronte del giusto costo dovuto a chi questo lavoro lo fa per bene.

Ai Social Manager improvvisati dico però anche grazie: senza di voi infatti, chi è bravo veramente non riuscirebbe a spiccare.

Se ti interessa approfondire la tematica, seguimi su Twitter e Facebook!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...